Colors Template Settings
Select color sample for all params
browncyangray-darkgreenpurpleredyellow
Select Layout
 
Il tuo carrello è vuoto!
Graphofeel Edizioni Un Buddha in giardino Una straordinaria saga familiare, quella dei Crosby del Connecticut. Animati di compassione e coragg.. Product #: INT011 Regular price: $14.00 $14.00 Disponibile
Editore: Graphofeel Edizioni
Codice del prodotto: INT011
Disponibilità: Disponibile
Autore: Franco Roselli
ISBN: 978-88-97381-24-2

14,00€

Sinossi

Amare era ciò che desiderava più di ogni altra cosa, ma non avrebbe più permesso a se stesso e a nessun altro di offendere e umiliare la sua vita. Si fermò, aprì la finestra della stanza e la pioggia lo avvolse, lavò le sue guance, le sue mani, un respiro profondo calmò il suo petto e il pianto cessò.
« Io non fuggirò più. Mai più. »

Così pensa Henry, uno dei protagonisti di questa straordinaria saga familiare, quella dei Crosby del Connecticut. E così la pensano la madre Selma, il padre Tony e i fratelli Junior e Louise, tutti pronti ad affrontare razzismo e omofobia in una gentile ma determinata lotta per non cedere ai pregiudizi e agli inganni del cuore. Animati di compassione e coraggio sapranno sconfiggere anche la paura più grande, quella di accogliere la felicità?

Amare era ciò che desiderava più di ogni altra cosa, ma non avrebbe più permesso a se stesso e a nessun altro di offendere e umiliare la sua vita. Si fermò, aprì la finestra della stanza e la pioggia lo avvolse, lavò le sue guance, le sue mani, un respiro profondo calmò il suo petto e il pianto cessò.
« Io non fuggirò più. Mai più. »

Così pensa Henry, uno dei protagonisti di questa straordinaria saga familiare, quella dei Crosby del Connecticut. E così la pensano la madre Selma, il padre Tony e i fratelli Junior e Louise, tutti pronti ad affrontare razzismo e omofobia in una gentile ma determinata lotta per non cedere ai pregiudizi e agli inganni del cuore. Animati di compassione e coraggio sapranno sconfiggere anche la paura più grande, quella di accogliere la felicità?

Autore

franco roselliFranco Roselli nasce in Friuli nel 1950, dopo anni di attività come “ghost writer” per alcuni sceneggiatori e registi del cinema europeo,lavora come autore e regista teatrale in Italia, Francia e Spagna. Approda alla RAI TV come regista nel 1987 e da anni è entrato nel gruppo di autori della trasmissione di RAI 3, Blob. Ha pubblicato un libro di racconti, Prima un idiota edito da Filippi Editore-Venezia ed un libro fotografico Porte e finestre edito da Vada Crosby (illesordesign.com e behance.net/illesordesign). Attualmente sta lavorando ad una seconda raccolta di foto per il suo prossimo libro, My America. Vive a Roma e nel Connecticut.

 

Intervista a Franco Roselli, autore di Un Buddha in giardino

Franco, come è nata l'idea di scrivere Un Buddha in giardino?

Un Buddha in giardino nasce dalla curiosità di conoscere le storie della famiglia dei miei vicini in Joshua Hill a Windsor, nel Connecticut, dove vivo e trascorro metà dell’anno. Ogni settembre, i vicini organizzano una riunione di famiglia che diventa una festa multicolore: persone di diverse età, di diverse provenienze e con diverso colore della pelle, ma tutte unite dal senso di appartenere ad un grande clan famigliare.

Perché ha ambientato la vicenda nel Connecticut?

La storia parte dalla casa dei Crosby, che è il centro radiante di ogni singola storia; essere li, nel Connecticut, mi serviva come punto fermo, poiché ne conosco oramai i profumi, i colori e allora ho potuto dare vita alle tante storie drammatiche ed allegre, alcune che fanno parte dei miei ricordi e altre che nascono nella mia fantasia. Una storia densa di amori diversi tra loro, ma molto tutti intensi, che oltrepassano l’oceano fino ad arrivare in Europa, alla splendida Parigi.

Dei personaggi da lei creati, quale le è più caro e perché?

Un Buddha in giardino è una grande saga familiare che ha radici nella comunità afroamericana e in quella degli emigranti di origini italiane. Ogni personaggio da me creato, all’inizio del romanzo, era fragile, timido e impacciato, poi ognuno di loro è cresciuto e si è reso forte ed indipendente, sorprendendomi. Ma la piccola Linette, nata dalla sfortunata relazione di Louise con predicatore, possiede un dono affascinante, un tocco magico, misterioso che unisce e sconvolge la vita dei membri della famiglia Crosby.

Quale è la sensazione che spera resti al lettore dopo aver terminato Un Buddha in giardino?

Mi piacerebbe che dopo la lettura del romanzo Un Buddha in giardino, ogni singolo lettore tenesse con sé tutta la gamma di profumi e sapori che una storia romantica può regalare, con la folle convinzione che la barriera tra il reale e l’immaginario è sottile, basta soffiare con il cuore innocente per andare dall’altra parte.

Carrello

Il tuo carrello è vuoto!